Punta Ala (GR)
Location

Arcipelago Toscano

L’Arcipelago Toscano, situato fra Alto Tirreno e Mar Ligure, è formato da 7 isole principali e da altrettanti isolotti più piccoli e non abitati. Le distanze sono sempre limitate alle 25 miglia al massimo, tant’è vero che fra l’una e l’altra isola è spesso possibile la navigazione a vista. Leggenda vuole che le isole sorgessero come per incanto quando la collana indossata dalla dea Venere, rompendosi, sparse le perle nel mare Tirreno, formando un ponte naturale fra la costa italiana e la Corsica. Navigando fra un’isola e l’altra potremo apprezzare la differenza fra l’Elba, perla verde di vegetazione, e le isole selvagge e rocciose come Capraia e Giglio, paradiso di gabbiani, berte e cormorani. Godremo inoltre delle vedute dei porti più o meno grandi, da Portoferraio a Marciana Marina e Capraia, con il loro carico di storia, fra le incursioni dei Saraceni e le memorie di Napoleone Bonaparte

Elba

L’Isola d’Elba, la più grande del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano è un’oasi verde. Isola dagli infiniti orizzonti: spiagge dorate che carezzano le acque cristalline, massicci granitici immersi nella macchia, storie di popoli da sempre baciati dal sole. L’Elba regala la sensazione di molte cose in una: le spiagge e le scogliere, il vento, la terra, i profumi, i sapori, il duro lavoro dell’uomo, i paesini arrampicati sui monti, le terrazze sul mare non sono che l’inizio di un’isola che non delude mai.

Capraia

Capraia rappresenta l’unica struttura di origine vulcanica dell’Arcipelago Toscano formatasi circa nove milioni di anni fa. Quello che oggi rimane è solo una scheggia della più antica struttura magmatica. Quasi contemporaneamente al remoto cataclisma, avvenne lo sviluppo di un più piccolo camino vulcanico presso l’odierna Punta della Zenòbito. Il manto verde di Capraia è rappresentato da associazioni vegetali medio basse quali la gariga e una macchia mediterranea ricca di erica, corbezzolo, lentisco e mirto con alcune piccole estensioni di lecceta. Floristicamente l’isola è un vero e proprio laboratorio naturale: delle oltre 650 specie vegetali censite, quasi il 3% è endemico. Per quanto riguarda la fauna, a parte il muflone inserito recentemente dall’uomo, e i più piccoli e timidi conigli selvatici, non vi sono vistose presenze

Corsica

La Corsica è una delle isole maggiori del Mediterraneo, insieme a Sicilia, Sardegna e Cipro. Si trova a nord della Sardegna, dalla quale è separata dal breve tratto di mare delle Bocche di Bonifacio. Sono famose le sue splendide spiagge, specialmente lungo la costa meridionale, tra Ajaccio, Bonifacio e Porto Vecchio. Tra le più conosciute ci sono quelle tra Rondinara, Santa Giulia e Palombaggia, archi di sabbia bianca affacciati su un mare turchese. Il nord della Corsica, invece, ha coste più varie e calanchi a picco sul mare, una zona ideale per chi ama trascorrere una vacanza in barca a vela. Tra il selvaggio Cap Corse (il ‘dito’), l’Ile Rousse e Calvi le spiagge e i fondali sono i più vari e vanno dalle spiagge di sassi neri agli scogli appuntiti alle calette raggiungibili solo a nuoto o dopo ore di cammino.

1

h.08.00

Partenza da Punta Ala
2

h.10.30

Arrivo all’Isola d’Elba
3

h.11.30

Ritorno a Punta Ala
Isola Giglio Costa